Sfizi Delizie e...

Sfizi Delizie e... - Il posto giusto per ogni gusto!

domenica 7 settembre 2008

Domanda semplice semplice

Perchè cazzo non riesco
a curare per bene nemmeno
questo terzo blog?!
Grazie per le eventuali risposte...

venerdì 25 luglio 2008

Ronaldinho al Milan!

Con un ritardo colossale, lo annuncio anch'io: Ronaldinho, il calciatore che continuo a ritenere il numero 1 al mondo, è del Milan. Vestirà la maglia numero 80.

giovedì 15 maggio 2008

Caso Travaglio - Che Tempo che fa

Il vero problema di Travaglio è quello di essere il miglior giornalista d'Italia.

Questo lo porta a subire le invidie dei suoi colleghi, che in questi giorni lo stanno attorniando nel tentativo di farlo fuori. Una sua dichiarazione contro i giornalisti è stata trasformata dai giornali e dalle tv in un attacco alla seconda carica dello Stato.

Ed io, che un giorno spero di far parte di questo mondo, vorrei tanto che essere come Travaglio, ovvero libero, informato ed "informante", non equivalga a dover subire la gogna mediatica dei miei colleghi.

Io sto con Travaglio.

mercoledì 30 aprile 2008

Salvatore Marino, Maschio 100%

Riporto qui il video di uno degli uomini più idioti ma divertenti della storia dell'umanità: Salvatore Marino.

Un essere che si vanta di essere maschio (al cento per cento, ovvio) e maschilista. Insulta continuamente le donne - lesbiche in particolare - e gli omosessuali. Si definisce anche di destra, sostenendo di essere appoggiato persino dalla Fiamma Tricolore (ma mi rifiuto di crederlo!).

Non aggiungo altro, mi limito ad invitarvi ad assistere a tutto il video (vi assicuro che merita) e ad augurarvi buon divertimento!

sabato 26 aprile 2008

Grande successo per il V2-Day

Ieri, 25 aprile, Beppe Grillo ha portato in piazza San Carlo a Torino circa 120.000 persone.

Il grande successo di questo secondo Vaffanculo Day (che ha bissato il primo, svoltosi a Bologna l'8 settembre dello scorso anno) è stato praticamente taciuto dai mass media italiani, che, come volevasi dimostrare, hanno preferito ignorare la notizia.

Un incredibile autogol, a mio avviso, questo di giornali e televisioni: così facendo, hanno solo dimostrato che la battaglia che sta sapientemente combattendo il comico genovese contro la casta dei giornalisti (circa 450.000 firme in un solo giorno per i tre referendum sull'informazione, un record) è giusta e meritevole di un forte seguito.

Io, aspirante giornalista, ancora una volta, sto con Beppe.

martedì 15 aprile 2008

Tra Bossusconi e Lombardosi

Sono davvero sconcertato dall'esito delle urne. Ne esco distrutto, sconvolto, sfiduciato.

Mi ritrovo con un governo che non mi rappresenta affatto, con una maggioranza che si è imposta grazie al grandissimo apporto della Lega Nord. Bossi potrà dunque fare e disfare quello che vorrà, tanto a Berlusconi interesserà solo restare al governo per altri cinque anni per fare i comodi propri. Ai cittadini darà solo il contentino di qualche legge più o meno accettabile, per continuare a far credere di essere "meno peggio" degli altri.

La berlusconite la ritengo una malattia, da cui io sono guarito da qualche tempo.

La cura si chiama informazione. Il problema è che prima di curare noi, l'informazione deve curare se stessa.

Ma se il Sud ne esce sconfitto, la Sicilia è la regione che più delle altre deve disperarsi. Oltre ad un governo nazionale ostaggio dei leghisti, alle regionali siciliane il candidato dell'Mpa (Movimento per Accattoni) si è imposto con una percentuale scandalosa. Due su tre tra i votanti ha scelto Raffaele Lombardo, l'uomo che - parole sue - proseguirà il lavoro di Cuffaro. Se tanto mi dà tanto...

Alla Camera, non potendo votare per la lista nella quale mi riconoscevo maggiormente (Per il Bene Comune) in quanto nella Sicilia orientale non si è potuta presentare, ho optato per la lista di Giuliano Ferrara "Aborto? No, grazie". Pur non convincendomi il leader (per il suo passato, per il suo americanismo e per il suo berlusconismo) sono un antiabortista convinto e condivido in pieno le sue tesi in materia. Riguardo alle regionali, ho espresso la mia preferenza per Sonia Alfano come presidente della Regione e per Maria Cristina Saija per l'assemblea.

Tutte preferenze, le mie, poco fortunate (per usare un eufemismo).

Comunque, se gli italiani e i siciliani hanno deciso così, evidentemente è quello che meritano. Che meritiamo.

Da parte mia l'impegno d'ora in poi a fare della politica attiva, per fare in modo che la mia Terra cambi rotta.